giovedì, aprile 03, 2014

Mi spiace Raffaella Carrà, per cantare ci vuole 'the voice' e non 'the body'

the voice of italy 2014
Non so per voi, ma The Voice è il mio talent show preferito. Da sempre, prima che esistesse la versione italiana, ero affascinata dal fatto che finalmente una sfida canora si basasse sulla voce prima che sull'aspetto fisico o sul rifarsi a quegli standard estetici imposti dallo showbiz, perché la musica è un diritto di tutti, specie di chi ci si dedica con talento e passione.

Per anni ho studiato canto di vari generi, mi sono esibita su qualche piccolo palco e la musica leggera e pop era decisamente quella che imponeva più di tutte assurdi diktat sull'apparenza perché doveva intrattenere e non far pensare troppo. Anche a livelli non super professionali si richiedeva un fisico da modella, ma sulle qualità canore si poteva anche passare sopra, tanto in studio, ormai, si può correggere qualsiasi imperfezione e dal vivo pochi fanno caso all'intonazione (Madonna docet).

Molti grossi fenomeni del pop sono fenomeni passeggeri e creati a tavolino, che portano molti soldi e disdegnano la personalità individuale di un artista maturo e libero dalle regole del mercato che smuova le masse senza bisogno di un progetto di marketing dietro. In poche parole, la Barbie confezionata è più gestibile di una persona reale.

concorrenti curvy a the voice of italy 2013
alcune delle talentuose concorrenti di The Voice of Italy 2013 con un fisico in carne, da sinistra a destra Silvia Capasso, Michelle Perera e Cristina Balestriere
A quanti artisti è stato fatto perdere peso per contratto prima, dopo e durante la carriera e a quante persone con una taglia anche solo large è stato detto 'no' perché non erano adatti a cantare, anche se per cantare ci vuole la voce e poi la personalità, mentre il fisico dovrebbe venire solo dopo.

Non fosse così, artiste come Beth Ditto e Adele, per citarne due molto amate, seguite e apprezzate, ci priverebbero del loro talento e sarebbe un gran peccato. Sinceramente sarebbe minor peccato che il pubblico si privasse del 'talento' di fenomeni del pop più passeggeri e tutti basati sulla presenza fisica e la taglia 38.

Ebbene, The Voice, e così The Voice of Italy, sdoganava questo luogo comune perché i giudici sceglievano una voce e non un corpo, come ho già avuto modo di discutere l'anno scorso. Nell'edizione scorsa molte sono state le voci dotate di un corpo abbondante a essere selezionate anche fino ad arrivare in finale, e così era giusto visto che i talenti canori hanno fisici di tutti i tipi nella vita reale. Così era finché Raffaella Carrà non ha deciso che per lei il 'body' era tanto importante.

carmine cirillo a the voice of italy 2014
Proprio nella puntata di ieri, che come le altre non mi sono fatta sfuggire, è stato sottolineato come lei faccia notare a più concorrenti se devono o meno perdere peso, tanto che a un certo punto l'altra giudice donna, Noemi, ha per fortuna detto che secondo lei non era giusto imporre un cambiamento estetico e su questo ho davvero apprezzato il suo contributo.

carmine cirillo a the voice of italy 2014
Non mi meraviglio che certe cose vengano dette a un X Factor o a un Amici di Maria de Filippi, ma a The Voice non puoi imporre degli standard estetici, mi dispiace Raffa nazionale, per quanto tu sia un'icona storica dello spettacolo e una donna che va contro ogni legge anagrafica con il fisico e lo spirito!

In particolare la questione è sorta quando si è presentato Carmine Cirillo in arte Kavour, devo dire un interprete con grande talento e verve, ma con un fisico imponente seppure non in modo esagerato. Quando Raffaella lo ha scelto premendo il pulsante e lo ha poi visto ha fatto tanto d'occhi e ha pure asserito di essere delusa, perché a suo dire lui avrebbe dovuto perdere peso per entrare nel suo team. Noemi ha contrastato questo parere e ha detto al concorrente che andava bene così com'era e alla fine ha anche detto a Raffaella che non le era piaciuta questa cosa.

raffaella carrà giudice a the voice of italy 2014
La Carrà ha poi giustificato le sue richieste con il fatto che lei come ex showgirl vuole impostare i concorrenti come artisti completi anche nelle movenze sul palco, ma sinceramente trovo fuoriluogo anche questa pretesa per un programma che dovrebbe focalizzarsi sulla vocalità.

Eppure, quello che mi ha rattristato di più è che prima di entrare lo stesso Carmine aveva detto che non ne poteva più di chi gli diceva che per fare il cantante era troppo grasso. Però, quando Raffaella Carrà lo ha apostrofato così, invece di farsi valere le ha detto che voleva entrare nel suo team e perdere peso come una forma di sfida. Penso non ci sia stata coerenza in questa scelta, l'unica coerenza l'ho vista in Noemi, che ha sempre dimostrato anche nei fatti di non conformarsi lei stessa troppo a degli standard estetici.

Non contenta, più tardi la Raffa si è girata per una ragazza molto brava e con il fisico da modella e ha dichiarato di essere molto soddisfatta che la ragazza fosse molto bella, come se questo requisito c'entrasse qualcosa con il format del talent.

Kavour, senti a me, se vuoi perdere peso non lo devi fare per Raffaella Carrà, quel programma è fatto proprio per valutare 'the voice' e non 'the body' e non va più di moda cercare di cambiare se stessi per gli altri! Forse Raffaella Carrà si sarà anche informata sulla nuova scena del pop, ma dovrebbe aggiornarsi anche su altri temi attuali...

 
Se ti piace questo blog ti invito a seguirlo per ricevere sempre gli aggiornamenti leggendo qui come fare! Per condividere l'articolo puoi cliccare sulle icone in fondo al post.

disclaimer: non sono stata pagata per citare i prodotti o servizi in questo post e la mia opinione a riguardo è genuina e personale. I contenuti in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2013 divadellecurve, è vietata la riproduzione, distribuzione e l'uso improprio senza autorizzazione scritta dell'autore. I commenti al blog potrebbero essere moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, mi riservo di cestinare commenti particolarmente offensivi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose, questo è un blog di ispirazione ed è mia intenzione mantenere uno spirito positivo. Non è ammesso spam e uso di stampatello  nei commenti.   
Se hai problemi a commentare con disqus, usa Firefox
Autore Marged Trumper
fonte immagini: rete