Quello che c'è da sapere sul reggiseno e non viene detto

un reggiseno di Ewa Michalak
In questo post voglio parlarvi di reggiseno. Molte donne non sanno l'effettiva importanza di un giusto sostegno del seno, sia che non sia abbondante, sia che lo sia. Innanzitutto io non sono un'esperta, ma negli anni mi sono molto informata e avendo un seno importante, se non volevo ridurmelo o soffrire di mal di schiena, ho dovuto imparare come avere il sostegno appropriato. Il tessuto del seno, inoltre, non è costituito da muscoli e quindi se perde tonicità non la si può recuperare, per questo anche un seno piccolo trae giovamento dall'uso del reggiseno giusto.

Ricordo che i miei primi reggiseni, dalla seconda fino alla quarta, erano abbastanza soddisfacenti per il compito a cui dovevano assolvere, ma poi, superate quelle misure, mi sono accorta che purtroppo in Italia nessuno ancora produce articoli degni di nota, anche pagando bene. Il mio reggiseno preferito ha il ferretto, un tessuto traspirante, non sega le spalle e sta ben fermo sulla schiena.

Non molte donne sanno quale è la parte del reggiseno che sostiene veramente, qualcuna penserà alle spalline e qualcuna alle coppe, invece è l'elastico sottoseno. Se non è stabile e resistente, chi ha un seno abbondante ne risentirà. Inoltre, l'elastico deve essere della giusta lunghezza. Quando si acquista un nuovo reggiseno dovrebbe essere comodo da chiudere alla prima posizione del gancetto, perché quando il tessuto cederà con l'usura si potrà ovviare passando alla posizione più stretta. E, se si ha un seno abbondante, è bene che ogni fila abbia almeno 3 gancetti.

completo Ewa Michalak
Uno dei limiti dei prodotti che si trovano in commercio in Italia è che spesso si hanno taglie che non differenziano la misura della coppa. Ogni donna è diversa e non sempre chi è minuta ha un seno minuto o una curvy o plus size ha un seno prosperoso. Tra l'altro, sembra che le taglie si fermino alla 5a - massimo una sesta se si è fortunate - quando invece è proprio chi ha più seno che avrebbe bisogno di un buon prodotto e magari sarebbe disposta anche a spendere di più.

Se si ha una certa circonferenza toracica, ma un seno più minuto, si può ovviare acquistando quelle fascette apposite per allungare l'elastico sottoseno, in genere nei 3 colori base (carne, bianco e nero), reperibili in molte mercerie e negozi di intimo, nonché online, ma attenzione perché, se la lunghezza in più che serve è eccessiva, le spalline del reggiseno si sposteranno di conseguenza troppo in avanti, quindi meglio cercare la taglia corretta se si può.

Se avete una misura di reggiseno e coppa difficilmente reperibile, io consiglio di acquistare dall'estero dove ci sono molte più opzioni di scelta anche nelle marche meno specializzate, oppure da rivenditori italiani che offrono marche straniere, ma solo se sono negozi fisici o se non conoscete l'inglese, perché se no il sovraccarico di prezzo non vale la pena. All'estero hanno una tale consapevolezza di quanto può essere importante il giusto reggiseno che esiste la figura professionale della bra fitter, addetta a determinare la taglia corretta da scegliere e il modello giusto per ognuna.
Betty by Elomi

Sembrano dettagli semplici da stabilire, ma non è così, in Italia qualcuno è stato attratto da questa 'pratica' e la offre, è il caso di Patì Jo, che hanno uno studio/atelier a Roma. Recentemente ho anche scoperto un blog italiano dedicato al bra fitting e lo trovate qui.

A proposito di blog, si trovano alcune blogger straniere che si dedicano particolarmente al tema del reggiseno e della lingerie. Anche se non tutte le blogger sono disponibili a postare foto in intimo, trovo molto utile vedere come i vari modelli stiano su alcune conformazioni, anche perché di rado si vedrà una modella di intimo molto prosperosa, quindi vi segnalo i blog di questo tipo che seguo di più:
Fuller Figure Fuller Bust
Bras I hate & I love
Curvy Wordy
The Curvy Kitten
Invest in your Chest

Intanto, se considerate di comprare all'estero e non avete a disposizione una bra fitter, vi consiglio di partire con una marca specializzata in lingerie che vi ispira, acquistare prima un paio di taglie vicine (se aumentate la circonferenza torace, diminuite la coppa), così da provare la vestibilità, dopo aver calcolato la vostra taglia inglese con l'aiuto di questo post e esservi assicurate di poter restituire un articolo che non va bene. 

So che la cosa migliore in assoluto è misurare, infatti io i primi reggiseni inglesi li ho provati in negozio, ma mi hanno anche salvato la schiena moltissimo rispetto a quelli che portavo prima, quindi li consiglio calorosamente ha chi ha una misura abbondante.

Per gli acquisti c'è qualche consiglio nella pagina dei link shopping alla voce biancheria intima, ma probabilmente presto dedicherò un post con maggiori indicazioni. Vorrei sapere se  potrebbero, infatti, interessare altri post dedicati all'argomento e se avete qualche richiesta o problema riguardante il reggiseno. Voi in genere come lo scegliete?

 
Se ti piace questo blog ti invito a seguirlo per ricevere sempre gli aggiornamenti iscrivendoti via mail o Google Friend Connect , altrimenti puoi seguire il blog attraverso i social network o Bloglovin' (in alto a sinistra dell'header)!

disclaimer: i prodotti menzionati sono stati acquistati da me, o prestati/regalati da parenti/amici, la mia opinione a riguardo è genuina e sincera e non sono stata pagata per menzionare o usare nessuno di questi prodotti. Non sono responsabile delle opinioni espresse dagli autori dei commenti al blog. Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2012 divadellecurve, è vietata la riproduzione, distribuzione e l'uso improprio senza autorizzazione scritta dell'autore. I commenti al blog sono moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, mi riservo di cestinare commenti particolarmente offensivi e anonimi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose. 
Questo sito si vede meglio con Firefox



468x60


 

stats

Autore Marged Trumper

ricevi aggiornamenti mensili