giovedì, maggio 24, 2012

Beth Ditto al Festival di Cannes 2012

Beth sul red carpet a Cannes. fonte immagine Zimbio
Mi è stato richiesto da una lettrice del blog di fare un post sulle mie impressioni riguardo al look della cantante Beth Ditto, frontwoman del gruppo Gossip, al festival di Cannes 2012 e siccome era un'idea che mi aveva già sfiorato ho pensato di accontentarla.

Beth Ditto ha un'atteggiamento molto provocatorio, volto sempre a rompere gli schemi in tema di apparenza e look. Fa parte del suo stile, infatti, spesso esasperare i suoi tratti e la sua abbondanza fisica con trucco e mise tutt'altro che sobrie o aggraziate.
Nonostante questo (o proprio per questo) Beth è un personaggio, per di più con grinta e talento da vendere sul palco, cosa che l'ha portata a essere richiesta come modella d'eccezione sulle passerelle da uno stilista originale come Jean Paul Gaultier e a diventare un'icona curvy, che ha persino firmato per due stagioni una capsule collection per il colosso dell'abbigliamento plus size britannico Evans.

Il legame di Beth con la moda è dunque stretto anche se spesso criticato. A Cannes quest'anno si è esibita davanti alla giuria del festival alla cerimonia di apertura con il tributo a Marilyn di Candle in the Wind, che musicalmente non mi ha molto convinto per l'arrangiamento poco in accordo con il brano a mio parere anche se certamente con un ottimo groove. Il look, invece, mi ha piacevolmente sorpresa. Credo che lei abbia dei lineamenti che possono rendere bene con il giusto trucco e parrucco, ma non sono mai riuscita a vederla come vera icona di stile se non una volta ad uno show televisivo americano dove era stata molto valorizzata. 

Il fatto è che se da una parte apprezzo che lei non voglia omologarsi ai canoni estetici standard, dall'altra ritengo di sentirmi rappresentata nella categoria plus size più volentieri da un personaggio che abbia uno stile che ne valorizzi la fisicità.

Nell'abito anni '50 con una deliziosa scollatura a cuore e arricciature molto adatte alle curve Beth mi è finalmente piaciuta, anche se su di lei in generale credo rendano meglio colori accesi come il rosso più che il chiaro o lo scuro.

Per il red carpet ha scelto il total black e un look un po' fetish con corsetto strizzato su un top in pizzo e maniche a sbuffo appuntite. Questo look è stato abbastanza criticato e in effetti sul red carpet avrei preferito un lungo alla longuette e un colore meno cupo. Anche il trucco e parrucco, più spigolosi che all'esibizione sul palco, non hanno aiutato, ma in fondo da lei non mi aspetto che si omologhi nemmeno troppo. C'è da dire in positivo per il look del red carpet che era comunque molto più femminile del passato e mi piace decisamente questa sua nuova tendenza.

Voi cosa pensate? Vi piace Beth Ditto e come avete trovato questi look?

Beth Ditto all'apertura del festival. fonte immagine rete

fonte immagine: rete

Beth sul red carpet con la compagna a Cannes. fonte immagine Zimbio

Beth sul red carpet con la compagna a Cannes. fonte immagine Zimbio

Beth Ditto ha anche aperto con un'esibizione
la trasmissione Le gran Journal, l'abito
verde che indossa non mi fa proprio impazzire su di
lei per la scollatura chiusa e la cintura molto alta,
il tessuto troppo lucido e il verde ramarro sulla sua 

pelle pallida, però anche qui si nota una virata di 
stile verso la maggiore sobrietà a anche femminilità
rispetto al passato. Fonte immagine Style.it

 
Se ti piace questo blog ti invito a seguirlo per ricevere sempre gli aggiornamenti iscrivendoti via mail o Google Friend Connect (in alto a destra della pagina), altrimenti puoi seguire il blog attraverso i social network o Bloglovin'!



disclaimer: Non sono responsabile delle opinioni espresse dagli autori dei commenti al blog. Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2012 divadellecurve, è vietata la riproduzione, distribuzione e l'uso improprio senza autorizzazione scritta dell'autore