domenica, gennaio 29, 2012

Come diventare fashion blogger (la mia esperienza e i miei consigli)

fonte immagine: Dreamstime.com
Desidero scrivere un post per tutti gli aspiranti fashion blogger, o fashion blogger in erba che non sanno da dove cominciare. Per trovare utile questo post, infatti, non serve assolutamente essere curvy o plus size, ma semplicemente interessati al fashion blogging...

Io non mi sento propriamente una fashion blogger a dire la verità, più una blogger plus size che usa il fashion come mezzo di espressione e affermazione del proprio pensiero. Della fashion blogger per antonomasia mi mancano molte caratteristiche; la moda non è tutta la mia vita, per esempio, ne fa solo parte come per molte donne. Tuttavia, rientrando in questa categoria, ho sviluppato la mia piccola esperienza che voglio condividere con chi è alle prime armi.

Direi che per cominciare ci sono una serie di cose da tenere presenti e ve le voglio elencare per punti:

  • Le basi

Ok, vi piace l'idea, avete visto diversi blog, ma non sapete se avete le giuste caratteristiche per tentare l'impresa. Innanzitutto focalizzatevi sulla vostra passione e il vostro talento. Di base ci vuol passione per una serie di cose: la comunicazione e internet, l'abbigliamento e lo stile, la scrittura (se volete focalizzarvi su quella) e/o la fotografia (se invece è questa la vostra passione). Ci sono diverse formule da scegliere come fashion blogger, i più timidi preferiscono scrivere post come reporter della moda, o, addirittura, fotografare lo streetstyle altrui (ricordatevi, in questo caso, di chiedere l'autorizzazione ad usare foto che ritraggono altre persone). Se avete un innato senso dello stile, sarà divertente proporre foto e/o video outfit -anche abbreviato come OOTD outfit of the day- oppure, per i più timidi, suggerimenti di abbinamenti assemblando capi tratti dai cataloghi di negozi online e, ovviamente, recensire prodotti e brand che avete provato.

Qualunque di queste cose vi attragga non siete obbligati a proporre tutto insieme, potete focalizzarvi su una formula o combinarne più di una, l'essenziale sono la forma e il contenuto. Questo significa; scrivete in maniera semplice e accattivante, riguardate sempre un post anche due volte prima di pubblicarlo ed evitate errori ortografici o grammaticali, a me infastidiscono molto quando leggo un blog e non parlo di errori di battitura. Se non siete sicuri non abbiate paura di controllare un vocabolario o di chiedere a qualcun altro che vi riguardi un post. Per quanto riguarda il contenuto, pensate come un lettore e non come un blogger, cosa cerchereste in un blog, cosa vi interesserebbe? 

Se il vostro primo intento, come blogger, è quello di ricevere proposte, sample  e privilegi dalle aziende vi dico subito che il gioco non vale la candela perché per ricevere proposte dovete avere un po' di seguito, per avere seguito ci vuole molta passione e impegno, perché lo scopo del guadagno da solo non porta a nulla.

Trovate, in particolare, una vostra nicchia, un'idea originale attorno alla quale costruire il vostro discorso perché oggi ci sono miriadi di fashion blogger e sarebbe meglio dare agli internauti un motivo per tornare sul vostro blog, commentare e sentirsene ispirati. 

Una cosa che NON vi serve, invece, sono budget alti e valanghe di vestiti, lo stile non è fatto da brand costosi e un capo può essere giocato in vari modi per una persona con senso dello stile e inventiva, inoltre molte persone in internet cercano proprio qualcuno che le consigli per risparmiare. Ovviamente, non devo dirvi io che se, invece, volete essere quel tipo di fashion blogger che sta in prima fila alle sfilate ed è coccolata dai designer di grido dovrete essere delle blogger con un certo capitale da investire, ma questa è un'altra storia...

Infine, analizzate i blog di moda più influenti per capire cosa li rende di successo, sono le foto? Sono i contenuti? E' lo stile? provate a capire cosa funziona e come potreste adattarlo al vostro progetto senza per forza 'copiare'.


  • Da dove cominciare

Una volta che avete riordinato le vostre idee, è il momento di porre le fondamenta del vostro blog per quanto riguarda l'aspetto pratico. Innanzitutto, trovate un titolo ideale per il blog. Deve essere abbastanza semplice anche da digitare, suonare originale (nessuno vuole cloni di cloni), ma allo stesso tempo comunicare chiaramente il tema principale del blog e trasmetterne le caratteristiche. Per esempio, io ho scelto La Diva delle Curve per il mio, perché richiama subito il tema curvy, ma anche un senso di sicurezza personale femminile in chiave un po' giocosa. Pensate a cosa volete trasmettere e delle semplici parole che richiamino il tema del vostro blog.

Trovato il nome giusto, decidete la piattaforma adatta per il vostro blog. Blogger e Wordpress sono delle scelte gratuite e semplici da gestire e andranno bene per chiunque. In genere Wordpress ha una possibilità più limitata di modifica del template base e ricordate che non permette l'uso di codici java, però ha una community attiva (da cui a volte arrivano visitatori) a differenza di Blogger. Potrete in seguito decidere di acquistare il vostro dominio personale.

Troverete in internet molti consigli specifici su come gestire un blog generico, quindi non mi dilungherò su questo,  voglio solo spendere due parole sulla grafica. Se volete che i vostri lettori tornino a leggervi, usate un aspetto gradevole e personalizzato, ma di facile fruibilità, quindi evitate sfondi scuri almeno dietro al testo, font poco leggibili, musica di sfondo (non a tutti potrebbe fare piacere) e non riempite il vostro blog di immagini prese dal web a casaccio. Alle persone piace vedere del contenuto originale. Ogni tanto può essere utile usare qualche immagine a scopo dimostrativo che non sia vostra originale, ma assicuratevi di poterla usare. Recentemente ho letto, comunque, che è permesso l'uso di immagini a scopo educativo in bassa risoluzione, ma è buona norma specificare che l'immagine non è vostra e da dove l'avete presa. 

A tal proposito, è buona educazione anche seguire alcune regole tacite della cosiddetta blogtiquette, non fiondatevi su blog altrui senza 'bussare' e chiedendo che vi visitino senza nemmeno dare un'occhiata prima voi. Non lasciate il vostro link su ogni commento nei blog altrui se già il vostro username è linkato al blog, non avviate battaglie di opinione inutili o alimentate polemiche. Rispondere in modo costruttivo a una critica costruttiva è un conto, ma dilungarsi in un botta e risposta di offese senza senso no (e molte persone non sanno nemmeno distinguere le due cose purtroppo). Lo hater di turno non cambierà il suo atteggiamento, in compenso i vostri follower si infastidiranno. Se proprio vi preme arrabbiarvi, fatelo tramite messaggi privati.

Nota sulla blogtiquette del commento agli outfit altrui: vedo troppo spesso persone che si pongono -non a titolo- come arbitri elegantiarum di turno. In genere sono sempre persone che si guarderebbero bene dal condividere le loro foto, anche perché sanno che come possono criticare loro, lo possono fare anche gli altri. Io ritengo che dare la propria opinione su un outfit di un altro blogger, anche se non del tutto positiva, sia legittimo, ma non dovrebbe andare oltre al parere personale. Io, per esempio, ribadisco sempre, in questi casi, che un 'non mi piace' è ammissibile e un 'non si fa' molto meno. Se temete particolarmente il giudizio altrui o l'incursione di hater, massimizzate la moderazione ai commenti e non fatevi scrupolo a cancellare un commento negativo anonimo, perché io parto dal presupposto che se la critica è fatta senza malizia l'autore non dovrebbe avere scrupolo a firmarsi. 

Per quanto riguarda i post è importante avere qualcosa da dire di originale, ma anche di interesse, quindi è fondamentale tenersi informati per quello che concerne la vostra nicchia e non limitarsi a riportare le notizie, ma fornire una opinione valida e articolata. Inoltre per un blogger è bene essere regolare e cercare di postare in maniera non troppo diradata. Non abbiate paura di condividere, le persone che vendono aria fritta in rete hanno vita breve. Condividere non significa svelare segreti indicibili (che oggi si trovano comunque quasi tutti su internet), anche perché la competizione non si basa sulla gara a chi ha più informazioni o contatti, ma sul talento, la personalità e l'onestà e nel come le informazioni vengono rielaborate personalmente. Se cercate altre dritte specifiche su come avviare e mantenere un blog, vi consiglio di cercare dei post più generici sull'argomento, perché c'è molto altro da sapere, ma qui mi atterrò in particolare ai blog di moda. 


Una volta che vi siete procurati una schiera anche piccola ma fedele di follower interessati, sarà bene anche ricambiare questo interesse e capire che il dialogo della blogosfera va oltre il vostro blog personale, ma comprende una comunità ben più ampia.

  • Come attrarre visite, iscrizioni e commenti

A questo punto si arriva alla questione di attrarre visitatori, perché potreste avere il blog migliore del mondo, ma senza visite non credo che avrebbe questo gran senso, a meno che non sia un diario personale da condividere giusto con gli amici.

Ebbene, sembrerò monotona, ma il modo più efficace di attrarre visitatori è di nuovo il contenuto. Un buon contenuto non solo vi rende interessanti da ricercare in rete, ma vi rende automaticamente interessanti anche da 'condividere'. Invece, che ne so, di spammare gli altri con link al vostro blog anche quando non è rilevante, cosa che vi renderebbe poco amati nelle community, lasciate parlare i contenuti per voi, in genere funziona. 

Un altro sistema efficace è quello di cercare blog nella nostra nicchia che ci piacciano e lasciarvi commenti costruttivi. Dire 'ciao mi piace il tuo blog' in genere non desta molto riscontro a mio avviso. Stimolare, invece, dell'interesse attrae. Se qualcuno, poi, lascia un commento da voi, ricambiate sempre, questo invoglierà il commentatore a commentarvi anche la prossima volta.

Siate quindi generosi di commenti, ma anche di link, sia nei post che sul blog, perché è il modo più infallibile di riceverne in cambio.

E' necessario avere visite da persone o blogger interessate alla vostra nicchia perché sarà più facile che queste si iscrivano ai vostri update piuttosto che un semplice visitatore attratto dal contenuto di un solo post. A proposito di iscrizioni, date sempre chiara la possibilità di iscriversi ai vostri aggiornamenti attraverso diversi mezzi (feedburner, bloglovin, RSS feed, google friend connect, ecc.).

Altri modi noti per aumentare visite e iscrizioni sono contest e giveaway, o meglio concorsi. Anche se la burocrazia in merito si è complicata in Italia e la mia scelta è per questo di astenermene. Tuttavia, non pensiate che questi mezzi valgano più della qualità dei contenuti perché i follower ottenuti con i contenuti sono magari meno numerosi, ma di certo più fedeli.

Frequentate i forum che vi piacciono e si occupano della vostra nicchia. Non occorre spammare con il link al vostro blog, ma basta inserirne il link nel profilo personale e farlo presente semplicemente le volte che è rilevante, se siete un membro molto attivo, sicuramente anche il vostro profilo susciterà interesse. Ovviamente, la community deve piacervi, se no sarà impossibile essere molto attivi.


Altri metodi utili per farvi conoscere nelle community sono i post tag che girano in rete. Io non non amo moltissimo farli, ma ne ho lanciato per esempio uno per le curvy blogger una volta.

Per chi lo ritiene necessario, ci sono anche dei metodi di pubblicità a pagamento come adwords di google o le inserzioni su facebook.


Infine, potete richiedere espressamente uno scambio link a blog e siti affini al vostro per tema, anche se il modo migliore di ricevere link è sempre quello di darne per primi.

Se vedete che le visite aumentano, ma non i commenti, chiedetevi come mai succede questo. In genere è utile coinvolgere i propri follower con domande dirette o chiedendo opinioni o consigli, se l'argomento è abbastanza interessante, le risposte ci saranno sicuramente. Un altro metodo infallibile per attrarre nuovi iscritti e visitatori sono i social network, ma questi meritano una sezione a parte...

  • Come usare i social network

Un blogger di successo non può prescindere dai social network. Vi consiglio di non usare il vostro facebook personale per interagire con i vostri follower, ma di creare una pagina facebook pubblica apposita per il blog. Anche Twitter è un'ottima opzione per pubblicizzare i propri post, magari potete collegarlo a facebook se non siete molto bravi a twittare e non volete ogni volta postare doppiamente su facebook e twitter. Ricordatevi, però, di controllare sempre se ci sono reazioni ai vostri post su twitter perché non è una piattaforma univoca e bisogna interagire. Un ottimo modo per farsi conoscere su twitter è quello di usare il Follow Friday o #FF, quando il venerdì vedete un twit tipo:

significa che qualcuno sta consigliando di seguire questi utenti preceduti da @. Partecipate anche voi consigliando i vostri e probabilmente qualcuno ricambierà il favore! Per trovare persone nella propria nicchia, un tool molto utile sono le liste, basterà cercare per parole chiave e troverete liste pubbliche di altri utenti che comprendono vari canali interessanti.

Se, invece, amate i video o pensate di fare qualche vlog o recensione video per il blog, potreste aprire anche un canale Youtube. Il tubo è una community a sé e talvolta più che portarvi follower sul blog ne crea di paralleli, però questo può aumentare la vostra immagine all'interno della vostra nicchia di interesse.

Su youtube un buon modo di farsi conoscere, a parte quello di commentare molto, è di collaborare con altri youtuber e quindi di farvi conoscere ai rispettivi follower. Se proponete una collaborazione, abbiate chiara prima l'idea da proporre.

Questi social network sono i più popolari, ma ce ne sono molti altri, come Flickr, una community di fotografi e appassionati di foto dove si possono condividere immagini del blog, anche questa non ancora molto attiva tra gli italiani, ma che piano piano si sta espandendo, o Pinterest, un network di condivisione immagini dal web.


Ricordatevi di condividere chiaramente sul blog tutti i link ai vostri account di social network che usate regolarmente, è un altro modo per mantenere i contatti con i visitatori, allo stesso tempo pubblicate sempre chiaro il link al vostro blog su ogni account di social network che avete.

  • Alcuni strumenti utili per il fashion blogger
     
In rete ci sono alcuni siti che offrono degli strumenti interessanti di condivisione di prodotti e outfit per i fashion blogger. Due dei miei preferiti sono Polyvore e Fashiolista. Entrambi danno la possibilità di incorporare nel proprio blog liste e outfit assemblati scegliendo singoli prodotti dagli store online o semplicemente dalla rete (i prodotti saranno poi automaticamente linkati alla fonte originale). Usarli è molto facile e intuitivo, tuttavia se qualcuno desidera dei tutorial specifici può farmelo sapere. Sono anche ottime community da cui prendere spunti di stile e dove conoscere altre fashion blogger.

Allo sesso modo può essere utile iscriversi a community di condivisione di outfit personali come Lookbook, Chicisimo o Chictopia. Sarà necessario caricare le proprie foto di outfit e taggare i singoli indumenti. Commentare gli altri outfit e prenderne ispirazione è anche un ottimo modo per crearsi del seguito in rete.

  • Le foto per il blog

In genere le foto di outfit sono una parte abbastanza consistente nei blog di moda. Premetto che ho in cantiere un post solo dedicato ai miei suggerimenti pratici su come prendere le foto per i propri outfit più specifico, vi elenco semplicemente le possibilità che avete per scattare delle foto da pubblicare:
  • chiedete a un amico, parente o fidanzato di farvi la foto
  • usate l'autoscatto (quello che mi piace di meno)
  • collaborate con fotografi semiprofessionisti o amatoriali per uno scambio equo (foto in cambio di pubblicità in pratica). Questo punto richiede che abbiate già una buona base di visite mensili al blog, a meno che il fotografo non sia amico, fidanzato o parente.

Sostanzialmente le regole sono: usate una buona macchina fotografica o una decente, ma con una buona luce naturale, e fate molte foto, in modo da poterne poi scegliere almeno una che vi piaccia di più. Sistemate luci ed esposizione una volta che avrete caricato e scelto la foto. Sarà utile anche fare delle foto a parte per gli accessori, che in genere non si vedono bene nelle foto a figura intera, e dei primi piani del viso se volete anche condividere il makeup.

  • Sponsor, annunci pubblicitari, guadagni dal blog

Spesso una delle prime cose che mi viene chiesta dalle fashion blogger agli esordi è 'Come faccio a mettere la pubblicità?'. Innanzitutto perché la pubblicità abbia un suo senso, tenete presente che ci vuole un numero consistente di visite, quindi prima di tutto è meglio lavorare su quello, e poi, ricordatevi che in genere sono guadagni a percentuale molto bassi e relativi al numero di acquisti e quindi, al massimo, possono coprire il costo annuale del dominio web e non certo ripagarvi delle vostre spese personali.

Non c'è nulla di male a mettere della pubblicità sul blog, anzi, ma direi che non deve essere una presenza troppo fastidiosa, quindi selezionate brand in accordo con il tema del blog e che, possibilmente, comprereste anche voi o che già consigliate. Scegliete dei banner in accordo con il vostro template e metteteli in una posizione abbastanza in vista, ma non prioritaria. Ci sono un paio di modi per selezionare la pubblicità:

  • programmi di affiliazione ci si iscrive ad alcuni siti appositi tipo zanox o netaffiliation, si scelgono le campagne affini al proprio tema e si chiede di essere abilitati a pubblicarle, una volta ammessi si possono prelevare i codici da inserire nel proprio blog
  • pubblicazione mensile di banner alcuni blogger mettono a disposizione degli spazi pubblicitari mensili
  • adsense di google questo è uno dei metodi più diffusi, si percepisce una percentuale a click e bisogna iscriversi tramite google e poi si ricava un codice da inserire nel proprio blog per pubblicare gli annunci

  • Collaborazioni con aziende

Spesso i blogger ricevono sample o omaggi da recensire da parte di aziende o offerte di collaborazione e/o inviti ad eventi. Un blogger di moda, se raggiunge un buon pubblico, comincia automaticamente ad essere notato dalle aziende. Se si vuole ci si può anche proporre per primi, ma ricordate che alla fine è sempre lo stesso discorso: l'attenzione è portata dai numeri, i numeri dal seguito, il seguito dai contenuti.

Quindi fornire del contenuto originale e valido è l'assicurazione che prima o poi qualcuno vi noterà e potrebbe proporvi una collaborazione. 

Consiglio di essere sempre onesti con i propri follower riguardo alle collaborazioni e specificare sempre quando un sample o omaggio è fornito da una ditta e di richiedere la trasparenza in questo anche alla ditta.


Inoltre, il fatto di ricevere attenzione dalle ditte non significa che siete dei privilegiati, ma che avete una responsabilità come portavoce del consumatore 'tipo', per questo le aziende sono interessate a coinvolgervi, ma se cominciate a intendere questo aspetto del blogger come un semplice vanto allora anche i vostri follower lo vedranno semplicemente come tale e vi prenderanno meno sul serio come fonte di opinioni o recensioni. Se fornite una certa qualità e raggiungete un certo pubblico potrete anche ricevere o proporvi per collaborazioni retribuite, ma informatevi bene sulle dinamiche a riguardo.

  • Alcuni miei blog di moda preferiti e perché mi piacciono

I miei blog preferiti italiani sono già inseriti nella colonna sinistra del blog, ma ammetto di seguire molto spesso blog stranieri e le mie blogger plus size preferite sono The Curvy Fashionista, Nicolette Mason, Gabifresh. Mi piacciono le fashion blogger che sanno ispirare con le loro scelte di stile, ma che trattano temi vari e non postano solo foto di outfit. Personalmente, un blog può piacermi per un insieme di cose; la grafica accattivante ma di semplice fruibilità, lo stile, le foto curate, la bella scrittura e il contenuto attraente e utile.

Bene, ora mi sono dilungata a dirvi la mia, vorrei sapere cosa ne pensate di questi consigli e se vi sono sembrati utili, se già ne seguite qualcuno o se ne avete di vostri in particolare che vorreste condividere, poi vorrei sapere cosa piace (o non piace!) a voi in genere in un blog di moda. Infine, vi lascio questo post libero per aggiungere il link al vostro blog di moda (anche non per forza plus size) con qualche parola di descrizione. 

disclaimer: Non sono responsabile delle opinioni espresse dagli autori dei commenti al blog.
Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2012 divadellecurve, è vietata la riproduzione, distribuzione e l'uso improprio senza autorizzazione scritta dell'autore