mercoledì, dicembre 07, 2011

La Diva delle Curve su Cosmopolitan di questo mese

Una bella sorpresa per questo mese è l'articolo che Cosmopolitan ha dedicato alle blogger curvy italiane e al fatto che si piacciano così come sono. Ho avuto il piacere di rispondere ad alcune semplici domande sull'argomento 'curvy' con altre blogger che già conoscevo e seguivo con interesse, Alessandra di Verdementa, Martina di Curvy Foodie Hungry, Miria di Plus... Kawaii! la modella plus size Elisa D'Ospina e Angela di Curvy World by Angie Found.

Come già altre di loro hanno fatto voglio condividere la versione integrale della mia intervista così chi è interessato può sapere qualcosa di più del mio punto di vista. Fatemi sapere cosa ne pensate!

P.S. non vi dico la gioia di essere presente in un numero di Cosmo che ha in copertina la splendida Adele!!


Qualcosa su di te... Chi sei, cosa fai, da dove vieni, come ti è venuta l'idea di fare un blog curvy e come hai capito che avere un fisico curvy è un vanto e non un complesso? Mi chiamo Marged, sono mezza gallese e mezza italiana, nella vita sono un'indologa e una musicista. L'idea del blog è nata perché da sempre ho la passione per internet e avevo già altri blog, siccome mi piace prendermi cura del mio aspetto e spesso amiche e conoscenti mi chiedono consigli, ho pensato che fosse una cosa divertente e utile cominciare un mio blog sull'argomento moda e bellezza curvy come quelli che avevo visto all'estero. Da sempre lotto con la bilancia e con il giudizio altrui sul mio aspetto fisico, anche perché sono nata e cresciuta nel ricco nord-est dove l'aderenza a canoni prestabiliti è vista come un requisito essenziale per il successo sociale. In realtà, non ho mai avuto dubbi veri sul fatto di poter piacere, perché conosco il mio valore come persona, ma ho capito che la taglia non era un canone per stabilire l'attrattiva personale proprio vivendo all'estero: in India, dove il fascino della donna risiede nella sua femminilità, e nel nord Europa, dove l'aspetto della persona conta meno che da noi socialmente. Questo mi è servito molto per capire che la bellezza non è un concetto oggettivo. Inoltre, ho avuto un ottimo esempio in mia madre che è una donna intelligente e curvy che si è sempre presa cura del suo aspetto.
Il tuo pensiero curvy  Per me è molto importante diffondere un messaggio positivo, perché nella vita ho visto da vicino la devastazione che una scorretta immagine di sé può portare, soprattutto in chi è giovane e non ha una personalità ancora formata. Non mi piace, per esempio, dare consigli in negativo come 'non mettere questo o quello' perché la donna con le curve è stata abituata a 'proibirsi' molte cose finora. Penso la cosa migliore sia un esempio positivo, come smettere di limitarsi al colore nero 'perché sfina' o cose simili. L'importante è fare tutto con gusto ed armonia. Ritengo che l'atteggiamento migliore sia di accettarsi e valorizzarsi in qualsiasi forma e misura, mentre sia sbagliatissimo il concetto che promuovere l'accettazione del corpo anche in carne sia malsano, in quanto una persona che si accetta si ama di più e impara a curarsi al meglio. Molte persone scambiano l'autoaccettazione con l'indulgenza verso abitudini non salutari, mentre dovrebbe essere esattamente il contrario. Se dovessi avere un motto sarebbe: 'Dare l'esempio è sempre meglio che dare delle regole, il primo si ricorda sempre più a lungo, si apprezza di più ed è più credibile!'
Il tuo sito preferito per lo shopping online  Ce ne sono diversi, ultimamente amo molto Asos Curve, Yours Clothing e La Redoute, in particolare la linea Taillissiime. In generale prediligo l'acquisto online perché permette di risparmiare, offre maggiore scelta di taglie e modelli e toglie l'imbarazzo di avere a che fare con commesse spesso scortesi con le clienti curvy (una scorrettezza molto diffusa in Italia).
Libro e film preferito curvy Recentemente ho letto il libro di Geneen Roth 'Le donne, il cibo eD...io'. Parla del problema della fame compulsiva nelle donne e del come affrontarlo senza necessariamente autopunirsi con diete restrittive. Il libro non si riferisce in specifico a come affrontare la vita da plus size o la moda, però dà un ottimo insegnamento sul rispetto e la cura di sé e del proprio corpo. Per quanto riguarda i film, mi ha colpito molto alla sua uscita la pellicola 'Amore a prima svista' per come mostrava quanto contasse l'atteggiamento psicologico nell'accettare o meno una persona per com'è.
La tua icona curvy  Come icone curvy mi piacciono molto Fluvia Lacerda e Adele. La prima per come si fa portavoce non solo con il suo fisico, ma anche con il suo pensiero intelligente della causa curvy. La seconda per lo stile e l'intensità, che vanno oltre i canoni estetici standard dello showbiz, ma la rendono unica e splendida per com'è.
Consiglio fashion e di bellezza per le donne curvy   Consiglio alle donne curvy di trattare se stesse come le proprie migliori amiche e quindi di amarsi compresi i difetti, perché anche quelli ci rendono uniche e inimitabili. Consiglio, inoltre, di fare un giro e visitare vari blog di ragazze curvy e guardarne le foto e i video, vi accorgerete come siano piacevoli e ne otterrete una nuova prospettiva da applicare anche a voi stesse.